Locked down

Chiara Stucchi

9 Marzo 2020, scoppia il lockdown in Italia contro il coronavirus. Pochi giorni dopo, si inizia a parlare di pandemia globale: gran parte della popolazione del mondo resta chiusa in casa nella speranza che questo pericoloso virus venga debellato al più presto. La casa è il luogo in cui tutti dovremmo sentirci protetti, specialmente in una situazione delicata come questa, ma cosa succede quando restare chiusi in casa non significa più sicurezza, ma affrontare se stessi?

Quando i piccoli rumori quotidiani, nel silenzio, iniziano a diventare sempre più pressanti e ci si trova da soli con la propria mente e i propri pensieri? E, ancor peggio, cosa succede se tutto ciò è un tormento senza fine che avviene dentro la propria mente, dalla quale non sempre basta varcare una soglia per uscire?